Scrittorincittà XIX - 2017

Scrittorincittà – Cuneo

Saranno ospiti della XIX edizione di Scrittorincittà, dal 15 al 20 novembre a Cuneo,

gli scoppiettanti Giuditta Campello e Daniele Aristarco.

Non perdetevi i loro incontri!

 

Giuditta CampelloStorie di principi e principesse - Giuditta Campello, Storie di principi e principesse, Emme Edizioni
Storie sbriciolate
16 novembre – ore 9 – Scuole
Come si inventa una storia? Si prende la realtà, la si fa a pezzi, anzi a pezzettini, anzi la si fa in briciole. Briciole grandi, briciole piccole, bianche e colorate, appuntite e arrotondate, dolci, amare, morbide, pungenti. E adesso? Adesso viene il bello: adesso è il momento di ri-comporre i pezzettini con la colla della fantasia e tanta voglia di giocare. È così che saltano fuori i personaggi più strampalati: un gambero re, un elefante in pigiama, un letto che vola e perfino una Principizza! Ma la vera magia si compie quando i personaggi prendono vita nella storia. Siete pronti?

 

 

 

 

Giuditta CampelloStorie di torri e castelli - Giuditta Campello, Storie di torri e castelli, Emme Edizioni
A spasso tra le storie… che spasso!
16 novembre 2017 – ore 11 – Scuole
corso Dante 41 – Centro incontri della Provincia – sala Robinson
La fantasia, come una chiave preziosa, come un sentiero segreto di briciole buone, ci condurrà nel magico mondo del “c’era una volta”, dove le case sono castelli (e quasi tutte nascondono un tesoro, e che tesoro!), dove una fata e una strega sono vicine di casa, dove si può trovare per terra un uovo di unicorno, dove passeggiando per il bosco capita di incontrare i tre porcellini. È proprio in questo incredibile mondo che, dietro ai pini, come funghi, spuntano le storie. E noi, col cestino sottobraccio, le raccoglieremo tutte e ci faremo un bel risotto!

 

 

 

Giuditta CampelloStorie di sonno e di sogni - Giuditta Campello, Storie di sonno e di sogni, Emme Edizioni
Splende la luna brillano le storie
17 novembre 2017 – ore 9 – Scuole
Quando viene la sera e la luna sorride, chi vuole dormire? Di certo non i volpini che giocano agli indiani, e neanche le streghe che fanno il girotondo, e nemmeno l’elefante che fa un pigiama party con i suoi amici. E pensate un po’, anche il sole non ne vuol sapere di andare a dormire! Ma basta uno sbadiglio, una dolce ninna nanna ed ecco che comincia il meraviglioso viaggio nel regno del sonno, che è buio e misterioso, ma anche pieno zeppo di sogni colorati. E di tutti questi sogni cosa rimane al mattino? Qualche breve ricordo brillante, come le briciole di una torta gigante.

 

 

 

Daniele Aristarco, Io dico no! Storie di eroica disobbedienza, Einaudi Ragazzi

"Io dico no!" entra nella White Ravens 2017

Dimmi di no e ti dirò chi sei
17 novembre 2017 – ore 9 – Scuole
Che cos’è un’ingiustizia? Quanto coraggio ci vuole a opporsi? Che colore e che sapore ha la libertà? Queste e altre domande saranno alla base dell’incontro con Daniele Aristarco (Io dico no!, Einaudi Ragazzi). Partendo dai racconti contenuti nel suo ultimo libro, raccoglieremo le “briciole” che i disobbedienti hanno disseminato sul nostro cammino, cercheremo delle risposte a queste domande, ci interrogheremo sulle prossime sfide, sui prossimi e più urgenti “no” da pronunciare. Proveremo a immaginare, a sognare, a progettare. E a rimettere in moto il “gioco del futuro”.

Elogio della disubbidienza

17 novembre 2017 – ore 11 – Scuole – via XX Settembre 14 – Cinema Monviso
18 novembre 2017 – ore 9 – Scuole – corso Dante 41 – Centro incontri della Provincia – sala rossa
Reading di Daniele Aristarco. Io dico no! (Einaudi Ragazzi) è un libro sulla libertà. Puoi leggerlo “liberamente”, saltando da una storia all’altra, oppure tutto d’un fiato, come si fa con un romanzo. Protagonista è l’umanità o meglio, quegli uomini e donne che chiamiamo “eroi”. Questo è un libro sulla libertà, puoi leggerlo liberamente o scegliere di non leggerlo. Se lo farai, conoscerai i trionfi e le cadute delle donne e degli uomini che hanno avuto il coraggio di dire “no!”, che hanno vissuto e lottato per la libertà. E soprattutto capirai che adesso tocca a te.