Riteniamo giusto essere orgogliosi del nostro passato di una storia editoriale che parte dalla metà dell’Ottocento e affonda le sue radici nell’arte dell’innovazione tipografica e nella cura del prodotto editoriale.

EL come le iniziali di Editoriale Libraria. La storia del gruppo editoriale triestino che comprende tre prestigiosi marchi, Edizioni EL, Einaudi Ragazzi, Emme Edizioni, viene da lontano. Dal 1849, anno di avvio di un’illuminante attività tipografica e editoriale anche per ragazzi.

Molti decenni più tardi,

nel 1974,

la Editoriale Libraria dà vita a un’avventura che in pochi anni porta la casa editrice triestina ai vertici del mercato editoriale italiano ed europeo.

Il collegamento con la gloriosa tradizione del passato è un albo illustrato tuttora a catalogo, La storia di Pik Badaluk. A Trieste, in quegli anni ’70, arrivano i nomi più prestigiosi dell’editoria e dell’illustrazione internazionali per ragazzi. Ed escono libri intramontabili e irrinunciabili, soprattutto a partire dal 1976, anno dell’arrivo di Orietta Fatucci, ancora oggi alla guida del gruppo editoriale.

divisore
Fatina Edizioni EL
Nel 1981

altre tappe fondamentali segnano l’avventura della casa editrice. A partire dalla nascita del tascabile per bambini illustrato a colori con la collana «UN LIBRO IN TASCA», per continuare con «LE LETTURE»: la prima collana di tascabili esclusivamente dedicata agli autori italiani e articolata secondo cinque livelli individuali di lettura (anziché per fasce d’età) contraddistinti con il diverso colore delle copertine. Nel 1984 l’attività della casa editrice ha ormai assunto un peso tanto significativo all’interno dell’Editoriale Libraria da renderne opportuno lo scorporo come società indipendente. Nascono così le Edizioni EL.

Sono del 1985

la scoperta e il trionfo del Librogame con la serie «LUPO SOLITARIO», seguita da molte altre: evento destinato a rivoluzionare la stessa concezione del libro e della lettura in quanto per la prima volta viene spezzata la linearità del racconto.

Un’altra tappa fondamentale nella storia dell’editoria per ragazzi italiana è segnata dalla nascita di «EX LIBRIS» (1988) e, successivamente, di «FRONTIERE» (1994): una letteratura espressamente rivolta ai preadolescenti e ai «giovani adulti».

divisore rana
Nel 1991

ha luogo un nuovo assetto societario della casa editrice, con l’acquisizione da parte di Giulio Einaudi del 50% del capitale di Edizioni EL. Alla casa editrice triestina passano i titoli einaudiani per ragazzi fra i quali Cipì, la gran parte dell’opera di Gianni Rodari e anche il marchio Emme Edizioni. Nasce nel 1992 «STORIE E RIME», collana che attraversa tutti i generi letterari e unisce idealmente autori di tutte le epoche e di tutti i Paesi, in una preziosa biblioteca «universale» per bambini e ragazzi. Oggi la collana annovera circa 650 titoli.

Sempre

Nel 1992

vengono pubblicati i primi titoli della collana «PRIME PAGINE», tascabili rivolti alla prima infanzia, che insieme alle successive «PRIME LETTURE» e ai molto più recenti «TRE PASSI», traccia un vero e proprio percorso di avviamento alla lettura.

Nel 2001

esce Storia di Iqbal di Francesco D’Adamo, che da allora, assieme a Favole al telefono di Gianni Rodari e a Cipì di Mario Lodi, è il titolo più venduto della casa editrice.

Dei primi anni 2000 è «SIRENE»: una collana ante litteram pensata al femminile per le ragazze che amano incontrare tra le pagine di un libro grandi figure di donne cui fare riferimento.

All’inizio degli anni 2000 si pubblicano numerose serie, alcune di grandissimo successo come «SCARPETTE ROSA», di Beatrice Masini, tradotta in tutto il mondo.

divisore rana
frida
Gianni Rodari

Nel 2008 Edizioni EL ottiene i diritti esclusivi di pubblicazione della restante opera di Gianni Rodari.

Esce  «LA BIBLIOTECA DI GIANNI RODARI», collana fondamentale che raccoglie tutta la produzione per ragazzi dello straordinario autore.

Si giunge, nel 2011, alla narrativa contemporanea di  «CARTA BIANCA», collana rivolta alla scuola media.

Consapevole che oggi anche il libro per ragazzi è entrato nel sistema simbolico delle merci, Edizioni EL ha individuato nuove strategie comunicative che si inseriscono nel sistema, senza rinunciare all’aspetto educativo, culturale e sociale del libro. Nascono collane di successo quali  «CLASSICINI» (2013),  «GRANDISSIMI» (2015),  «CHE STORIA!» (2016).

Riteniamo giusto essere orgogliosi del nostro passato. Ma l’orgoglio del proprio passato deve soprattutto fungere da stimolo a guardare avanti e a progettare per il futuro.

E noi non ce ne dimentichiamo mai.