Eterni secondi - Premio Bancarellino - taglio

Eterni secondi? Non questa volta!

Vince la 63° edizione del Premio Bancarellino Eterni secondi – Perdere è un’avventura meravigliosa di Rosario Esposito la Rossa, edito da Einaudi Ragazzi, primo sul podio a pari merito con Darkness di Lorenzo Patrignani

Eterni secondi - Premio Bancarellino

Ha fatto breccia tra i giurati il libro nato dentro le stanze della “Scugnizzeria”, centro culturale, di aggregazione e di riferimento per scugnizzi in cerca di un’alternativa nel difficile quartiere di Scampia. Un libro che è stato concepito dal suo autore, Rosario Esposito La Rossa, che della Scugnizzeria è il fondatore, come un modo per aiutare i ragazzi a elaborare la perdita e la sconfitta. Tramite le storie, storie vere di venti sportivi che hanno vinto importanti battaglie di diritti ed emancipazione anche se non sono arrivati primi in gara. Alla Scugnizzeria si spacciano libri e si spaccia speranza. Si insegna a non abbattersi, ma in questa occasione c’è solo da festeggiare la vittoria di un libro che, a dispetto del titolo, è arrivato primo.

Grande trionfo, perciò, per la determinazione di Luz Long, che nell’aiutare il rivale a vincere l’oro si oppose apertamente a Hitler. Per la solidarietà di Peter Norman, che sì unì alla protesta contro le discriminazioni razziali degli atleti afroamericani con lui sul podio alle Olimpiadi di Città del Messico del 1968. I ragazzi del Bancarellino hanno scelto di premiare queste storie avvincenti in cui la competizione sportiva viene impugnata da donne e uomini coraggiosi come arma contro razzismo, maschilismo, omofobia, dittature e guerre. Perché non si compete solo per vincere coppe o medaglie, ma anche per cambiare il mondo.

La cerimonia di premiazione è avvenuta sabato 5 dicembre alle ore 11 in diretta streaming e si può rivedere su Youtube e sulla pagina fb del Premio Bancarella cliccando QUI

Certamente è mancata a tutti l’immensa folla di ragazzi che ogni anno invadeva le strade di Pontremoli per la premiazione, ma nonostante le difficoltà legate alla pandemia, sono 140 le scuole che, da tutta Italia, hanno partecipato alla 63° edizione del Premio Bancarellino. Premio che, anno dopo anno, continua a mietere successo, partecipazione, visibilità e notorietà. Oltre 3300 le copie spediti dalla Fondazione Città del Libro per i giovani giurati, che hanno dovuto scegliere tra cinque opere finaliste quella che più li ha appassionati, coinvolti, divertiti o fatto riflettere. Oltre ai due primi classificati, gli altri finalisti: Un attimo tutta la vita, di Fulvia degli Innocenti e Giuliana Facchini Raffaello Ragazzi, secondo classificato, e Volevo essere Maradona, di Valeria Ancione, Mondadori; In punta di piedi sull’orizzonte, di Elisa Castiglioni, Il Castoro, entrambi terzi in classifica.

Eterni secondi – Perdere è un’avventura meravigliosa, di Rosario Esposito La Rossa, illustrato da Lorenzo Conti – 192 pp. – euro 14,90 – ean 9788866565130 – Einaudi Ragazzi – da 11 anni

Rosario Esposito La Rossa è nato a Napoli nel 1988 ed ha fondato la prima libreria di Scampia, la Scugnizzeria, la casa degli Scugnizzi, dove centinaia di bambini passano pomeriggi e si formano attraverso corsi e attività ludiche. Attualmente gestisce le case editrici Marotta&Cafiero e Coppola editore. Collabora con la Repubblica e Il Fatto Quotidiano. Per il lavoro che quotidianamente svolge con gli Scugnizzi del territorio di Scampia attraverso lo sport, la letteratura e il teatro, nel 2017 è stato nominato dal Presidente Mattarella Cavaliere della Repubblica. Per Einaudi Ragazzi ha pubblicato anche Assenti – Senza giustificazione e Dietro il muro.